Cause comuni di infertilità femminile

Disturbi dell'ovulazione

Una causa molto comune di irregolarità mestruale è la sindrome dell'ovaio policistico (PCOS) caratterizzata da  ovaie con follicoli multipli, iperandrogenismo (irsutismo con tendenza ad accumulo di grasso), iperinsulinemia e obesità. Altre cause comuni di irregolarità mestruale sono:

  • ipertiroidismo o ipotiroidismo
  • iperprolattinemia
  • insufficienza ovarica precoce o menopausa precoce, caratterizzata da ovaie con ridotto numero di follicoli ed aumento dell’FSH.

 


Malformazioni uterine

Una delle più comuni è l’utero setto, di cui ne è affetto circa il 5% della popolazione femminile.

Altra causa è data dai Fibromi sottomucosi: Neoplasia uterina benigna molto frequente, caratterizzata dalla presenza di noduli di varie dimensioni, unici o multipli, di tessuto muscolare liscio. Questi noduli possono modificare l’anatomia uterina causando sterilità, aborti spontanei, parti prematuri, menometrorragie senso di peso, dolori addominali.

La diagnosi è clinica e strumentale (ecografia – isteroscopia).

I fibromi sottomucosi si sviluppano attraverso la parete dell’utero sotto il rivestimento endometriale interno e possono dunque causare infertilità.

 


Fattore tubarico

La totale o parziale chiusura del lume tubarico può alterare la funzione di trasporto dell’ovocita fecondato all’interno dell’utero e dunque causare infertilità.

Fattore cervicale: quando il muco presente nella cervice uterina è ostile al passaggio degli spermatozoi per una carenza di estrogeni, per fattori infettivi o per pregressi interventi chirurgici che hanno danneggiato le ghiandole cervicali. L’infertilità cervicale può essere dovuta, in rari casi, anche alla produzione, da parte della donna, di anticorpi diretti contro gli spermatozoi stessi.

 


Età

La fertilità delle donne ha un picco nella fascia di età che va da i 20 ai 25 anni.

Successivamente, essa decresce con l'aumentare dell'età: infatti, i tassi di gravidanza diminuiscono significativamente dopo i 35 anni. Dai 45 anni essa risulta inesistente.

Tassi di gravidanza ed Età

L’età ovarica dunque non sempre corrisponde all'età anagrafica, per cui è utile  valutare l’età ovarica reale attraverso il dosaggio sierico dell’AMH (ormone antimulleriano) ed attraverso la conta dei follicoli antrali (AFC) ovarici.

Endometriosi: è una malattia benigna caratterizzata dalla presenza di tessuto endometriale ectopico in altri organi come    ovaio (endometrioma) o nella parete dell’utero (adenomiosi), sul peritoneo, sulla vescica, sull’intestino, etc..

L’endometriosi può essere asintomatica o  causare dismenorrea, dispareunia o dolore atipico durante il ciclo mestruale o durante altre attività (dolore pelvico cronico). L ’endometriosi può causare alterazioni tubariche (adesioni), cisti ovariche e adesioni di organi addominali

Essa rappresenta un problema molto comune di infertilità (15- 40%)

 


Infezioni

Malattia infiammatoria pelvica Malattia infiammatoria pelvica (PID): è una infezione del tratto genitale femminile superiore (utero, tube di Falloppio e le ovaie). Spesso è il risultato di una infezione a trasmissione sessuale (Chlamydia) o pregressa chirurgia uterina (raschiamento). Può essere asintomatica o causare dolore pelvico cronico. L’infezione è spesso trattata con antibiotici, ma in alcuni casi (idrosalpinge) può essere necessario intervenire chirurgicamente.

 


Chirurgia ovarica

Pregressa chirurgia ovarica (per esempio per trattamento chirurgico di un endometrioma o di una cisti ovarica) può essere un fattore di rischio per infertilità perché produce una diminuzione del parenchima ovarico “sano” residuo, nonché della riserva ovarica e dunque dell’ovulazione spontanea. Per questo motivo la chirurgia ovarica deve essere riservata ad un gruppo di pazienti ben selezionato, prediligendo la via laparoscopica.

 


Farmaci

Gli effetti collaterali di alcuni tipi di farmaci possono influenzare la fertilità come farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS), chemioterapia, farmaci neurolettici, pironolattone.

 


Droghe

Droghe come la marijuana e la cocaina possono compromettere seriamente la fertilità, rendendo l'ovulazione più difficile.

 


Cause sconosciute

Quando gli accertamenti non sono stati di grado di evidenziare una o più cause specifiche. Questa situazione va sotto il nome di infertilità idiopatica. Questa diagnosi dovrebbe essere correttamente definita come ‘insufficientemente indagata’, Vi si giunge per il lungo periodo di ricerca o per l’età dei partner, che non consentono un completamento delle indagini.

Richiedi una consulenza gratuita.
Un nostro responsabile ti contatterà

Informativa: i dati personali raccolti saranno utilizzati e trattati esclusivamente per l'erogazione delle informazioni richieste e non verranno perciò divulgati a nessun titolo.
Il visitatore di questo sito gode dei diritti di cui all’art. 13 del D.lgs. n.196/2003.

   

Codice antispam

antispam

Inserisci il codice antispam *

   
Inizio pagina